Il pallet: risparmio e creatività

pallet
Il pallet in ambito lavorativo, scaffali adibiti alla vendita di piante.

In piena “crisi ambientale” le parole sostenibilità e riciclo divengono non solo curiosità ma anche vera e propria forma d’arte. Un esempio pratico lo ritroviamo nei molteplici utilizzi contemplati dal pallet che lo vedono protagonista indiscusso dell’arredamento casalingo, sia interno che esterno.

Perno della logistica e fondamento nei trasporti il legno del pallet si presenta come un utilissimo strumento, molto resistente, riutilizzabile praticamente in qualsiasi ambiente e di facile riutilizzo visto l’enorme quantitativo disponibile a prezzi minimi senonché gratis.

Una vera e propria porta al riciclo creativo dal quale ricavare numerose idee pratiche e divertenti, vediamone alcune:
Il pallet è molto spesso utilizzato nell’ambito del giardinaggio. A partire dalla materia della quale è composto si possono creare piccole aree serrate, vere e proprie rastrellature botaniche, piante e vasellame ligneo, simpatiche strutture di conservazione e sino a vere e proprie serre “dinamiche” da utilizzare per diminuire o aumentandone la luce, raggiungendo semplicemente posizioni più o meno accessibili per altezza o direzione.

abitazione-pallet
Abitazione realizzata interamente in pallet.

Ma non finisce qui, il pallet diviene anche vera e propria arte decorativa, nuovi utilizzi parlano di pallet come arredamento casalingo. Cucine e saloni realizzate in puro pallet ma anche manodopera e vere e proprie costruzioni d’arredamento. In foto una piccola area casalinga realizzata interamente in pallet.

E se proprio non vogliamo capacitarci della comodità, il nord sembra costruire un vero e proprio business dove con il pallet costruiscono vere e proprie abitazioni, fresche ed impermeabili, una comodità 100% sostenibile e del tutto riciclata.

Senza tuttavia il bisogno di esagerare, il pallet può diventare vero e proprio strumento di guadagno, di lavoro e, soprattutto, di risparmio. Un modo per ridurre gli elevati costi determinati dalla crisi e valorizzare il proprio ingegno in nome della sostenibilità.

Valerio Tedeschi
16 dicembre 2012

pallet
Il pallet in ambito lavorativo, scaffali adibiti alla vendita di piante.

In piena “crisi ambientale” le parole sostenibilità e riciclo divengono non solo curiosità ma anche vera e propria forma d’arte. Un esempio pratico lo ritroviamo nei molteplici utilizzi contemplati dal pallet che lo vedono protagonista indiscusso dell’arredamento casalingo, sia interno che esterno.

Perno della logistica e fondamento nei trasporti il legno del pallet si presenta come un utilissimo strumento, molto resistente, riutilizzabile praticamente in qualsiasi ambiente e di facile riutilizzo visto l’enorme quantitativo disponibile a prezzi minimi senonché gratis.

Una vera e propria porta al riciclo creativo dal quale ricavare numerose idee pratiche e divertenti, vediamone alcune:
Il pallet è molto spesso utilizzato nell’ambito del giardinaggio. A partire dalla materia della quale è composto si possono creare piccole aree serrate, vere e proprie rastrellature botaniche, piante e vasellame ligneo, simpatiche strutture di conservazione e sino a vere e proprie serre “dinamiche” da utilizzare per diminuire o aumentandone la luce, raggiungendo semplicemente posizioni più o meno accessibili per altezza o direzione.

abitazione-pallet
Abitazione realizzata interamente in pallet.

Ma non finisce qui, il pallet diviene anche vera e propria arte decorativa, nuovi utilizzi parlano di pallet come arredamento casalingo. Cucine e saloni realizzate in puro pallet ma anche manodopera e vere e proprie costruzioni d’arredamento. In foto una piccola area casalinga realizzata interamente in pallet.

E se proprio non vogliamo capacitarci della comodità, il nord sembra costruire un vero e proprio business dove con il pallet costruiscono vere e proprie abitazioni, fresche ed impermeabili, una comodità 100% sostenibile e del tutto riciclata.

Senza tuttavia il bisogno di esagerare, il pallet può diventare vero e proprio strumento di guadagno, di lavoro e, soprattutto, di risparmio. Un modo per ridurre gli elevati costi determinati dalla crisi e valorizzare il proprio ingegno in nome della sostenibilità.

Valerio Tedeschi
16 dicembre 2012